Mindfulness per vincere lo stress sembra uno slogan, una frase ad effetto per attirare l’attenzione. In realtà si tratta di una affermazione basata su evidenze scientifiche, ovvero niente di esagerato o ingannevole. Mindfulness è una parola inglese che possiamo tradurre con presenza concentrata, focalizzata e non dispersa. È una modalità di prestare attenzione in modo intenzionale. Una caratteristica della Mindfulness è la mancanza di giudizio nell’atto di osservare la realtà, sia quella esterna che quella interna. Osservare senza pensare, e quindi senza giudicare. La mente che giudica, infatti, non è la mente che osserva. Utilizzando la Mindfulness impariamo progressivamente a tenere distinte le due funzioni, quella osservante e quella giudicante. Il medico americano Kabat-Zinn ha preso a prestito insegnamenti provenienti dalle religioni e dottrine orientali, per farne una pratica utilizzabile in occidente con fini terapeutici e di benessere generale della persona. Esistono numerose evidenze scientifiche che attestano gli effetti della meditazione assidua su alcune strutture anatomiche del cervello adibite alla regolazione delle emozioni e sulla attività cellulare di interi distretti dell’organismo. Focalizzare l’attenzione consente di cogliere il sopraggiungere di pensieri negativi che contribuiscono in modo significativo al malessere emotivo, allo stress, alla tensione fisica e all’incapacità di far fronte con sufficiente efficacia alle sfide della vita.

Piccoli gruppi di Mindfulness sono oggi tenuti in vari centri, e i partecipanti riferiscono benefici sulla vita quotidiana, soprattutto se una volta appresa la tecnica, hanno la volontà di continuare a praticare. A questo proposito potete contattarmi per partecipare a un gruppo sia con l’obiettivo di apprendere la tecnica sia per partecipare con continuità a un gruppo e condividere così una esperienza di crescita personale oltre che di benessere fisico.