Possiamo aiutare i nostri bambini a diventare adulti sicuri? Questa domanda, posta in forme molto diverse, talvolta celata sotto una speranza o il desiderio di un futuro radioso per i figli, è fondamentale che riceva dei tentativi di risposta, o quantomeno stimoli delle riflessioni. Naturalmente non esiste il manuale che possiamo seguire passo passo come una ricetta, ma essere consapevoli di come il comportamento dei genitori si riverbererà sul modo di essere dei figli quando diventeranno adulti è molto importante, e consente ai genitori di modulare il proprio comportamento. Ovviamente non è soltanto l’interazione genitori – bambino a determinare la sicurezza o insicurezza dei figli divenuti adulti; altre figure hanno un impatto fondamentale sulla storia di ogni individuo, oltre naturalmente al patrimonio genetico che determina caratteristiche individuali che influenzeranno l’esito finale.

Cosa aiuta i bambini a sviluppare un senso di sé che li conduca ad affrontare le sfide della vita con sufficiente  tranquillità? La consapevolezza di potercela fare non si insegna come si può insegnare a leggere e scrivere; non sono le parole e i discorsi a dare solidità ai figli, bensì la relazione che costruiamo con essi, fatta di infiniti piccoli gesti e scelte nei loro confronti. Il tempo che gli dedichiamo, dandogli la nostra piena attenzione, oltre alla piacevolezza che i bambini ne traggono trasmette un messaggio preciso: sono una persona che vale in quanto il mio papà / la mia mamma sta volentieri con me. Non basta stare con loro, ma stare con loro in modo pieno e convinto, come scelta coerente con il nostro desiderio di renderli autonomi e sicuri. Una passeggiata sotto la pioggia con il vostro bambino, cercando insieme il modo di ripararvi, vale molto di più di un giocattolo nuovo che il vostro bimbo si troverà a maneggiare in solitudine. Chiedetevi cosa vorreste che vostro figlio ricordasse di voi quando sarà adulto e voi sarete morti, poi agite in modo coerente con la risposta che vi siete dati. Se vi arrabbiate con i vostri figli, chiedetevi se state pretendendo che seguano il vostro rigido modello educativo , o se state mettendo degli argini che ne favoriscano la crescita. Se avete esagerato con i rimproveri, potete anche chiedere scusa. Trasmetterete loro il messaggio che mamma e papà non sono perfetti, che si può sbagliare strada, tornare indietro e scegliere un sentiero migliore.

I bambini hanno bisogno di relazioni sicure, prevedibili, incoraggianti, calde dal punto di vista emotivo, che sappiano trasmettere la sensazione di potersi fidare. Se trasmettete insicurezza freddezza, imprevedibilità o paura, i vostri figli vi seguiranno comunque, perché siete la loro unica possibilità di sopravvivere, ma non ne farete degli adulti sicuri e fiduciosi nel processo della vita.